implantologia DENTALE

Cos’è un impianto dentale: si tratta di una struttura di titanio, con una forma che ricorda quella di una vite, che viene inserito, mediante un accesso chirurgico, negli ossa mascellari per sostituire la radice di uno o più denti mancanti.

impianto in titanio
vite metallica

Tale “nuova radice” offrirà poi l’ancoraggio per uno o più denti del tutto simili a quelli naturali.


Questa sua capacità è consentita da un principio biologico, scoperto negli anni 50 e ora fondamentale in implantologia, chiamato “osteointegrazione”: le cellule dell’osso sono in altre parole in grado di formare un legame estremamente rigido con la superficie di titanio dell’impianto stesso.

L’inserzione di un impianto dentale è dolorosa?

No. In implantologia si utilizzano anestesie locali efficaci prima di procedere all’intervento per cui non si sente alcun disturbo mentre si inseriscono gli impianti.
Qualsiasi disturbo lieve dopo l’intervento può essere ben gestito tramite comuni antidolorifici.

 

Quale vantaggio comporta ricorre a impianti per sostituire i denti mancanti?

Nel caso di edentulia parziale (mancanza di un dente o di un gruppo di denti), avvalersi dell’inserimento di impianti consente di non ricorrere alla preparazione dei denti circostanti l’area da trattare, altrimenti necessaria nel caso, per esempio, di un ponte fisso eseguito su due elementi per compensare la mancanza di un dente singolo.

edentulia parziale
sostituzione denti

Ulteriori condizioni in cui l’inserimento di impianti può essere vantaggioso sono le situazioni di edentulia parziale costituite dalla mancanza
di più denti contemporaneamente su uno o più lati delle arcate: si possono così evitare protesi parziali rimovibili troppo estese o esteticamente poco soddisfacenti.

inserimento impianti

Nei casi di edentulia completa (arcate completamente prive di elementi dentari) l’inserimento di un adeguato numero di impianti può fornire di nuovo una capacità e un comfort masticatori del tutto simili a quelli di arcate costituite da denti naturali.

edentulia completa
edentulia fine inervento

Che durata hanno gli impianti dentali?

Gli interventi di implantologia hanno un alto tasso di successo e sono stati eseguiti degli studi che hanno dimostrato la loro funzionalità per periodi di più di 35 anni. Il trattamento basato su impianti inseriti nei nostri pazienti inizia nel 1994: a 20 anni di distanza gli impianti inseriti sono ancora pienamente funzionanti.

 

Su cosa si basa Il successo a lungo termine del trattamento basato sugli impianti?

Fondamentalmente su quattro fattori:

  • Intraprendere il trattamento in totale assenza di parodontite o comunque solamente dopo aver ottenuto la completa cura di questa malattia parodontale.
  • Interrompere o ridurre fortemente l’abitudine al fumo.
  • Impartire e applicare nel tempo corrette manovre di igiene orale efficaci nel non fare accumulare placca sulle superfici delle strutture implantari.
  • Organizzare, da parte dell’ambulatorio, e rispettare, da parte del paziente, uno specifico programma di richiamo per sedute di igiene professionale mirate al mantenimento del trattamento implanto-protesico eseguito.
Share by: