diga di gomma

La diga di gomma rappresenta per l’odontoiatria moderna un presidio indispensabile, senza il quale non è possibile erogare prestazioni di qualità. Infatti, l’ odontoiatria adesiva che si è affermata negli anni 2000 necessita di una perfetta disinfezione  e isolamento del campo operatorio per poter essere applicata con successo. La diga di gomma è un foglio di lattice o di silicone (alcune immagini più avanti), inventata nel lontano 1864, di vari colori, che viene applicata sui denti ogni qual volta vengano curati, si tratti di una semplice otturazione, una sigillatura, di una terapia restaurativa più complessa (intarsio e/o faccetta) o, ancora, di una terapia endodontica (la devitalizzazione del dente) o della cementazione adesiva di una corona protesica. Risulta assolutamente necessaria quando sul dente siano presenti vecchie otturazioni in amalgama da rimuovere in quanto impedisce al paziente di ingurgitare il mercurio in essa contenuto. Il paziente, sia adulto che bambino, viene protetto dalla diga che evita al paziente di ingoiare inavvertitamente piccoli strumenti e/o materiali utilizzati dall’operatore nel corso delle terapie.
NESSUNA TERAPIA DI QUALITÀ PUÒ ESSERE EROGATA SENZA L’UTILIZZO DELLA DIGA DI GOMMA. Il paziente può giudicare il lavoro del proprio dentista proprio dall'uso, da parte dell’operatore, di questo presidio. Usare la diga significa avere rispetto per la salute  del paziente, e avere grande cura nella terapia che si sta eseguendo: solo così i trattamenti avranno la massima probabilità di avere successo nel lungo periodo.

Share by: