ortodonzia infantile


Diamo estremo rilievo alla diagnosi ortodontica, ovvero a quelle registrazioni eseguite prima del trattamento al fine di stabilire in maniera precisa la problematica del paziente e dunque preventivare il miglior trattamento. La diagnosi ortodontica può essere considerata completa solamente dopo l’elaborazione di una lista esauriente dei problemi del paziente e la distinzione tra problemi patologici e problemi di sviluppo (nel bambino). Si adotterà, di conseguenza, una strategia ortodontica che possa offrire al paziente il massimo dei benefici possibili e il minimo dei rischi e dei costi.



ORTODONZIA INTERCETTIVA

L’ortodonzia intercettiva è un’importante strumento nelle mani del professionista, in quanto è in grado di
rilevare precocemente le patologie dento-scheletriche e ridurre l'entità del   tratta mento ortodontico successivo, o addirittura prevenirne la necessità.

Prevede trattamenti in età precoce, tra i 7 e i 10 anni, durante gli stadi più attivi della crescita cranio facciale e della permuta dentale. Tali interventi sono finalizzati a rimuovere i fattori responsabili della malocclusione dentaria e a ripristinare la normale crescita dei mascellari rendendo possibile un allineamento dentale corretto, estetico e funzionale.

L’ortodonzia intercettiva, può non portare a una risoluzione completa della malocclusione, ma pone solide basi per una crescita più armonica del complesso dento-scheletrico, diminuendo la gravità del problema e rendendo l’eventuale fase terapeutica successiva più semplice, più breve e più sopportabile per il paziente in crescita.Trattare preventivamente le malocclusioni intercettandole al momento giusto, molto spesso evita, nel futuro, scelte più drastiche ed invasive come le estrazioni dentarie o soluzioni chirurgiche ortodontiche a fine crescita.


ORTODONZIA MIOFUNZIONALE

Gli apparecchi rimovibili funzionali (dedicati, cioè, alla correzione delle funzioni) si occupano di riequilibrare la funzione muscolare che determina e orienta la crescita, stimolando i gruppi muscolari deboli e inibendo quelli forti, permettendo così ai mascellari di svilupparsi simmetricamente e proporzionatamente, e creando lo spazio affinchè i denti possano alloggiarsi in maniera naturale nelle arcate.
Gli apparecchi che si utilizzano generalmente agiscono contemporaneamente su entrambe le arcate. La loro azione si esplica principalmente sui muscoli e solo indirettamente sui denti (direzionamento dell’attività muscolare e condizionamento dello sviluppo e della crescita).


ORTODONZIA CLASSICA

Tramite brackets, ovvero attacchi (metallici, in resina o in ceramica) posizionati sui denti, viene realizzata una metodica fissa, con lo scopo di riallineare gli elementi dentari presenti in arcata raggiungendo la migliore occlusione possibile. L’opportunità di utilizzare una o l’altra tecnica, o una combinazione delle stesse dipende dalla diagnosi effettuata mediante le registrazioni iniziali.

 

Share by: