l'importanza dell'approccio giusto: il primo

bambini

L’approccio psicologico, per noi, rappresenta il passo fondamentale verso
un trattamento sereno e privo di complicanze.
Questo approccio è basato sul gioco, perché nulla di quanto usa il dentista deve spaventare il bambino. Così, il trapano non sarà mai un trapano ma una “pistolina ad acqua”, e l’anestesia non sarà mai una puntura ma, miracolosamente, un disegno che, di volta in volta, il bambino deciderà.
Il mostrare le procedure al bambino, spiegargliele e giocare con esse, azzera l’ansia del piccolo paziente e aumenta la fiducia nell’operatore...e quando l’approccio è stato efficace sarà vostro figlio/a, impaziente, a chiedervi: “ma quando mi riporti dal dentista???”
Talvolta, se ritenuto opportuno, soprattutto nel caso di bambini traumatizzati da precedenti esperienze negative, utilizziamo la sedazione cosciente mediante protossido d’azoto (vedi sezione “Servizi”: analgesia sedativa e sedazione cosciente).

Share by: